venerdì 23 aprile 2010

Riprende l'international journalism festival


A Perugia si è aperta l’edizione 2010 del Festival Internazionale del Giornalismo, l’evento italiano più importante dedicato al mondo dei media e del giornalismo che dal 2006 raduna giornalisti, editori, blogger, studenti e cittadini interessati al mondo dell’informazione. Il Festival, fondato da Arianna Ciccone e Christopher Potter, vuole realizzare uno scambio di idee interattivo tra chi fa informazione e chi ne usufruisce. Una delle tematiche centrali di questa edizione sarà il rapporto del giornalismo con le nuove modalità del web 2.0, l’evento stesso del Festival si presenta come un fenomeno tipico dell’era del web 2.0, infatti, la promozione del Festival avviene attraverso i canali innovativi della comunicazione, dei social media e dei social network. Un’intera giornata sarà dedicata a Twitter e al nuovo web journalism attraverso le piattaforme di blogging e microblogging. Si affronterà il tema relativo alla crisi dei giornali e della carta stampata e si parlerà dell’opportunità per gli editori di vendere i giornali direttamente sull’Ipad. Discutendo di libertà di stampa e di informazione saranno ricordate Maria Grazia Cutuli e Anna Politskovkaja, morte in nome della loro dignità giornalistica. Per ricordare l’impegno della Politskovkaja sarà trasmesso il video documentario “Un omicidio politico: Anna Politskovkaja” di Eric Bergkraut che svela i retroscena dell’assassinio della giornalista russa trucidata a Mosca per la sua inchiesta sulla Cecenia. Alla Catuli è dedicato il concorso “Una storia da racontare”. Dopo il successo dello scorso anno c’è grande attesa per il MediaCamp che si terrà nella giornata di domenica. Il MediaCamp è un Barcamp dedicato alle discussioni sullo stato dei media e dell’informazione. Si parlerà dello sviluppo dell’informazione, della tutela della privacy e ci si confronterà ruolo dei media tradizionali rispetto al vorticoso incedere di internet, il tutto in un’atmosfera di dialogo interattivo tra i presenti. Nota di sconforto l’assenza delle guest stars Richard Sambrook, direttore di Bbc Global News, Tom Loosemore, direttore di Channel 4, e Charlie Beckett, direttore di Polis, attesi a Perugia e bloccati dal vulcano Eyjafjallajokull. Ma non sono esclusi cambiamenti dell’ultima ora.

Nessun commento:

Posta un commento